Vacanza Spirituale a Siracusa

Santuario della Madonnina delle LacrimeSiracusa, splendida terra di Sicilia, da sempre attrae i visitatori nostrani e stranieri per merito delle sue meravigliose spiagge e della ricca storia che l’ha vista protagonista, ma sono sempre di più anche coloro, che approfittando di una casa vacanze a Ortigia, scelgono Siracusa per una vacanza spirituale.

Una vacanza spirituale a Siracusa, che ovviamente vede protagonista il meraviglioso Santuario della Madonna delle Lacrime, che con ben 74 metri, padroneggia tutta la città!

Costruito nel lontano 1953 in seguito a due eventi miracolosi, allorquando la sacra immagine della Vergine Maria si mise – come dal nome del Santuario – a lacrimare. Il primo, in un’effige di gesso al capezzale di due coniugi di Siracusa, ed il secondo, tra l’agosto ed il settembre del 1953, quando vere e proprie lacrime scorsero lungo le guance di un’immagine sacra.

Progettato da Audrault e da Parat, in collaborazione con Morandi, il Santuario vanta numeri di prim’ordine, con: una struttura di ben 22.000 quintali di cemento, una superficie complessiva di  4.700 mq, una capienza per 11.000 persone, ed 18 ingressi con 80 metri di diametro.

Con una struttura a navate, sono ben 8 le cappelle del Santuario dedicate rispettivamente a Santa Lucia, a Sant’Agata, ai Santi Pietro e Paolo, a San Corrado, al Crocifisso, alla Sacra Famiglia, a San Francesco d’Assisi ed al Santissimo Sacramento.

Il Santuario raccoglie inoltre nel suo cuore la chiesa inferiore, ossia la Cripta, nella quale è custodito il quadro della Madonnina, mentre quanto alla chiesa superiore sono da menzionare le 22 travi di cemento, aventi diametro da ben 71.40 metri.

Consacrato nel 1994 con una visita di Papa Giovanni Paolo II, nella sommità esterna del Santuario svetta una splendida statua in bronzo della Madonna delle Lacrime, con un’aureola, mentre all’interno è custodito il “Reliquiario”, ove sono custoditi i ricordi dei prodigi della lacrimazione.

Una tappa insomma il Santuario assolutamente immancabile in una vacanza spirituale a Siracusa, nel corso della quale però, sono assolutamente da scoprire inoltre le meravigliose Chiese della città, tra le quali la Chiesa San Nicolò ai Cordari, la Chiesa di San Giovannello, e ancora, la Chiesa dello Spirito Santo, la Chiesa di San Martino ed ovviamente quelle dedicate a Santa Lucia; la santa che ogni anno nel giorno del 13 Dicembre, porta come dalla leggenda, dolci e doni ai bambini, che con i grandi la ringraziano e pregano.

Patrona della città, della quale fu nativa, Lucia subì il martirio con Diocleziano, e dopo terribili torture si strappò persino gli occhi, per tentare di sfuggire al suo carnefice; un gesto ricordato ancora oggi, tanto che l’iconografia la raffigura con una tazza ove sono posti i suoi occhi, o dalla quale esce la fiamma, della “luce”.

A lei sono dedicate Santa Lucia al Sepolcro, che custodisce le sue spoglie, e Santa Lucia alla Badia, in Piazza Duomo, che conserva il suo Seppellimento, ad opera di Caravaggio.

Davvero splendide opere monumentali, spirituali, quelle del Santuario della Madonna delle Lacrime, e le Chiese di Santa Lucia al Sepolcro e di Santa Lucia alla Badia, assolutamente da riscoprire nel corso di una vacanza spirituale nella bella Siracusa, durante un week-end oppure un tour di più giorni.

Una vacanza spirituale a Siracusa, all’insegna della riscoperta di quei valori profondi spesso dimenticati nel corso della vita frenetica quotidiana, ed alla ricerca della pace e della tranquillità più assoluta, in grado di ristorare non solo il corpo, ma anche e soprattutto lo spirito, approfittando di una sistemazione “chiave”, in una casa vacanze a Ortigia, nel cuore della città antica: buona vacanza!